ERBE, RIMEDI E FARMACI


Sin dall'antichitÓ l'uomo ha saputo individuare e utilizzare sostanze naturali per lenire i dolori e combattere i mali. La scoperta delle proprietÓ terapeutiche delle piante medicinali Ŕ stata accompagnata dallo sviluppo di credenze magiche.
Con lo sviluppo della Chimica l'uso delle piante in farmacia Ŕ andato via via diminuendo. Tuttavia negli ultimi anni si assiste ad un grande ritorno di interesse per i rimedi e i farmaci naturali, ancora assai poco conosciuti.
Una visita all'Orto Botanico permette di osservare direttamente molte piante medicinali (riunite nel cosiddetto Giardino dei Semplici), mentre presso il Museo Erbario queste piante sono conservate essiccate e pressate.
Stampe antiche e documenti inerenti lo studio dell'erboristeria sono conservati presso il Nobile Collegio degli Aromatari e nella Biblioteca dell'Accademia dei Lincei e Corsiniana. Per osservare la storia e l'evoluzione delle tecniche e degli strumenti utilizzati per trarre dalle piante i medicamenti viene proposta la visita del Museo Storico Nazionale dell'Arte Sanitaria,del Museo di Storia della Medicina presso l'Istituto di Strutturistica Chimica del CNR e del Laboratorio di Farmacologia dell'Istituto Superiore di SanitÓ. L'itinerario proposto Ŕ illustrato nel Quaderno ENEA-MUSIS n.2 Erbe, rimedi e farmaci - a cura di Franco Foresta Martin, testi di Francesca Finocchiaro e Vivalda Diex.

Punti toccati dall'itinerario


Orto Botanico

Museo Erbario

Nobile Collegio degli Aromatari

Biblioteca dell'Accademia dei Lincei e Corsiniana

Museo Storico Nazionale dell'Arte Sanitaria

Museo di Storia della Medicina Istituto di Strutturistica Chimica del CNR

Laboratorio di Farmacologia dell'Istituto Superiore di SanitÓ.

Itinerari