Mediateca Regionale Toscana

La Mediateca Regionale Toscana

La Mediateca regionale toscana, istituita con L. R. 2.5.83, n. 20, e' una Fondazione della Regione Toscana. La principale finalitÓ statutaria e' quella di contribuire, con le proprie attivita', alla promozione e diffusione della cultura audiovisiva in Toscana, finalitÓ che attua, anche mediante convenzioni, attraverso:
1. l'acquisizione, la conservazione e la diffusione di materiali audiovisivi;
2. l'organizzazione di corsi e seminari per l'apprendimento all'uso degli audiovisivi anche in collaborazione con altre strutture pubbliche e private;
3. l'organizzazione di studi e ricerche sugli audiovisivi e sulle comunicazioni di massa;
4. la realizzazione di attivita' di sperimentazione nei vari settori dell'audiovisivo;
5. la realizzazione di audiovisivi di documentazione, in collaborazione e per conto di enti pubblici e privati;
6. collaborazione con strutture pubbliche e private operanti nel settore della cultura audiovisiva per ogni possibile iniziativa comune.


Il Centro di documentazione

La Mediateca ha una videoteca e una biblioteca specializzata sul cinema, la televisione, i media audiovisivi in genere.
Il centro e' aperto dal lunedi al venerdi (orario 9.30-13 e 15-17.30)

La biblioteca
La biblioteca della Mediateca regionale toscana conta attualmente oltre 6500 titoli: un piccolo fondo in costante, tempestivo aggiornamento, sufficiente ad offrire alla nostra utenza materiali speciali di studio e ricerca; si cerca di acquisire tutto cio' che esce in Italia sull'argomento e buona parte della produzione editoriale estera.
La sezione periodici annovera 312 titoli di periodici specializzati, di cui correnti 65, (40 italiani, i rimanenti francesi, inglesi e americani).
Vi e' compreso un fondo di riviste di cinematografia italiane e straniere uscite tra gli anni 20 e 50.

Esistono inoltre fondi speciali:
Fondo Pasolini: libri e articoli su Pasolini (copia del fondo presso l'Istituto Gramsci di Roma).
Fondo dischi: 15.000, di musica prevalentemente leggera, usciti fra le due guerre. Tra questi alcuni introvabili anche presso la Discoteca di Stato.
Manifesti: 450 manifesti, locandine e foto interamente schedate sul computer.

La videoteca
Comprende un cospicuo fondo di film e documentari. La sezione film (oltre 5600 titoli) comprende film d'autore con particolare attenzione ai classici della storia del cinema, di cui molti in lingua originale.
La sezione documentari e cortometraggi (circa 1800 titoli) include soprattutto i filmati sulla Toscana, alcuni film didattici e scientifici, registrazioni di spettacoli teatrali.
Per il visionamento sono disponibili apparecchiature video VHS e U-matic.

Utenza
La biblioteca ha, fino ad oggi, oltre 1500 utenti iscritti al prestito.
La possibilita' di usufruire di un centro di documentazione specializzato e' particolarmente apprezzata, dato l'alto numero di studenti universitari e studiosi di storia del cinema, anche stranieri, che trovano in questa biblioteca del cinema uno dei pochissimi centri in Italia che consentano un agevole studio delle discipline di specializzazione.

Cataloghi
I fondi sono completamente catalogati; in consultazione ci sono cataloghi a schede, ma l'archivio e' completamente automatizzato, secondo gli standard catalografici piu' diffusi nell'ambito delle biblioteche e delle cineteche.
Sono interamente consultabili da computer i dati relativi a: libri e spogli delle riviste italiane correnti: archivio interrogabile attraverso anche un thesaurus sulla letteratura cinematografica e televisiva che consente di affinare le ricerche tematiche; film e documentari; manifesti e foto; dischi.

I record che appaiono in questa dimostrazione sono relativi a:
- i film in pellicola della nostra cineteca
- le nostre produzioni audiovisive
- alcuni documentari d'arte sulla Toscana